Costi di mantenimento (o di gestione) di un sito web. Possibile siano così alti?

Troppo spesso ci troviamo davanti a clienti o potenziali tali che sono terrorizzati all’idea di fare un nuovo sito, pensando poi ai costi che dovranno sostenere gli anni successivi.

Ed effettivamente, durante i nostri incontri, ci capita a volte che il cliente ci parli dei costi annuali (naturalmente da pagare anticipatamente, quindi “a scadenza”) dicendoci “eh, ormai per quest’anno ho già pagato, non posso certo sostenere le spese per rifare il sito…”.

Le spese che un titolare di sito web deve sostenere ogni anno (che abbiamo visto per nostra diretta esperienza) si aggirano tra un minimo di 600 euro a un massimo di più di 2500 euro (oltre al costo iniziale di creazione del sito web)!

question-mark-1495858_1280

Ma veniamo al dettaglio.

Quanto costa generalmente un sito web?

La realizzazione di un sito web, secondo il nostro parere (ma a quanto pare non è per tutti così) non ha un costo fisso, generico o “a partire da”.
Ogni cliente, ogni situazione, ogni richiesta, ogni contesto, è personalizzato e da analizzare a monte con attenzione e competenza; si rischierebbe altrimenti di far pagare troppo (rischiando di perdere poi il cliente negli anni) o troppo poco (rischiando di andarci “in perdita”).
Quindi, non ce la sentiamo di dare un prezzo a qualcosa di cui non conosciamo i dettagli.

La realizzazione di un sito comprende alcune parti fondamentali:

  • La parte grafica e tecnica (scelta del layout, creazione del logo, animazioni, inserimento form, plugins, widgets, ecc);
  • Inserimento contenuti testuali forniti dal cliente o creati dall’agenzia (servizio di copywriting);
  • Traduzione dei testi del sito web nelle lingue straniere volute dal cliente;
  • Pannello di amministrazione o cms (proprietario, WordPress, Joomla! o altro) per gestire i contenuti in autonomia;
  • Indicizzazione sui motori di ricerca (per segnalare la presenza del sito ai motori, soprattutto Google);
  • Posizionamento sui motori di ricerca (c’è chi lo mette già nella realizzazione del sito, noi no);
  • Privacy e cookie policy.

Ma veniamo al dunque…

A quanto ammontano i costi fissi di mantenimento?

Per costi fissi di mantenimento (o di gestione) o “canone annuo”, si intendono tutte quelle spese che devono essere sostenute dal cliente per mantenere il sito online e aggiornato; si dividono a grandi linee in:

  • Rinnovo del dominio: dai 15 ai 100 euro;
  • Hosting del sito: da 30 a 250 euro;
  • Gestione di database (eh si, c’è chi fa pagare anche questo…): ci dicono, dai 50 ai 200 euro;
  • Aggiornamenti dei contenuti testuali sul sito (5/6 aggiornamenti l’anno): dai 100 ai 500 euro;
  • Licenza del pannello o del cms (hmmm… ah si?): ci dicono, dai 100 ai 600 euro;
  • Mantenimento del posizionamento: più o meno la metà di quanto avete speso per fare il posizionamento;
  • Mantenimento della privacy e cookie policy: dai 50 ai 150 euro;
  • Altri servizi sul server come l’Antivirus, il controllo anti-spam, backup ecc: dai 100 ai 200 euro.

A conti fatti, secondo queste cifre, costa di più manterere un sito che farlo daccapo!

Ma allora, quanto dovrei pagare per mantenere un sito?

Secondo noi, a parte il dominio, l’hosting e le policy, NULLA!

Ma come nulla???

Si. Secondo noi di Omada non ci sono i presupposti per far pagare cifre del genere al cliente finale. Il nostro lavoro è decisamente di qualità senza giustificare quelle cifre di rinnovi.

La nostra politica si basa su un concetto fondamentale: se un lavoro viene fatto bene da subito, non c’è bisogno di altro. E, da quello che stiamo vedendo, i nostri clienti apprezzano.

Se volete più informazioni riguardo la creazione di un sito web, delucidazioni sui costi di mantenimento annui di un sito e sulla nostra politica di aggiornamento, chiamateci al numero di telefono 0583 1646631, scrivete una email all’indirizzo info@omadaweb.it, oppure utilizzate il form di richiesta informazioni nella pagina dei contatti. Vi aspettiamo!

Lascia un commento